Che destinatario devo indicare sulla fattura?

La fattura elettronica viene recapitata da SdI al destinatario. Dal momento che il recapito avviene solo per via telematica, occorre indicare all'interno del file fattura l'indirizzo telematico di recapito. Questo "indirizzo" sostituisce il normale indirizzo postale a cui si inviavano le fatture cartacee. Così come per l'indirizzo postale, l'indirizzo telematico di recapito delle fatture deve essere richiesto al cliente che potrà indicare in alternativa tra loro:
  • Una casella PEC sulla quale intende ricevere le fatture elettroniche
  • Il codice di un intermediario attraverso il quale intende ricevere le fatture

SdI indirizzerà le fatture conformemente all'indirizzo indicato.
Si noti che è obbligatorio indicare uno dei due indirizzi, pena lo scarto della fattura. In presenza di entrambi gli indirizzi, Target Cross considererà prioritariamente l'intermediario come indirizzo di consegna (la PEC non verrà indicata sul file fattura).

Casi particolari di destinazione



In caso di fatture indirizzate a privati (che sono per definizione privi sia di PEC che di intermediario) si indicherà come codice intermediario il valore convenzionale 0000000 (7 zeri). Questo istruisce SdI a non recapitare la fattura al destinatario, ma di metterla comunque a sua disposizione nel cassetto fiscale. Al privato dovrà comunque obbligatoriamente essere rilasciata una copia cartacea della fattura.
E' possibile indicare il codice 0000000 anche per i clienti per i quali non  sia stato possibile reperire la destinazione telematica. Naturalmente per queste fatture si otterrà una ricevuta di mancato recapito ed occorrerà provvedere a notificare al cliente la presenza di una fattura a suo carico. 

In caso di fatture indirizzate a clienti esteri, fermo restando l'obbligo di invio della copia cartacea, è facoltà dell'emittente generare e trasmettere anche una copia elettronica della fattura, al solo scopo di evitare l'obbligo di compilazione dello "spesometro" (ora "esterometro"). In questo caso il codice destinatario da indicare sarà XXXXXXX (7 'X' maiuscole). Sdi acquisirà la fattura così contrassegnata senza inoltrarla al destinatario e senza ovviamente metterla a disposizione nel cassetto fiscale.


Importante
Si fa spesso confusione fra il ruolo "cliente" ed il ruolo "fornitore" relativamente alle modalità di trasmissione e ricezione delle fatture elettroniche. E' bene aver presente che le modalità di trasmissione sono totalmente disgiunte: io posso utilizzare l'intermediario per trasmettere le fatture a SdI ed il mio cliente le riceverà tramite PEC (se così ha scelto) oppure tramite intermediario (che può coincidere col mio o essere diverso). Stessa cosa, rovesciata, per i fornitori.
La cosa da tenere a mente è che:
  • indicherò ai fornitori qual'è il mio canale di ricezione (indipendentemente da cosa utilizzeranno loro)
  • richiederò ai clienti su quale canale vorranno ricevere le fatture (indipendentemente dal canale che utilizzerò per inviarle)
Login
Password

Download

Collegamenti

Contenuti

© 2012 -  Logica s.r.l. - Rotonda Giuseppe Antonio Torri, 9 - I-40127 Bologna (BO)
Tel. +39 051 6013173 - Fax +39 051 6013153 - Clicca qui per e-mail
C.F/P.IVA 03109371207 - Rea BO-0492550 - Capitale Sociale € 10.000,00 i.v.